Domenica, 08 Dicembre 2019

News

I frutti di bosco contribuiscono a ridurre la  risposta insulinica postprandiale.

L’amido del pane preparato con farina bianca di frumento induce una risposta postprandiale di un alto carico glicemico e una risposta insulinica elevata. Anche se si usa pane di segale la risposta  glucidica  è simile, mentre la risposta insulinica è notoriamente più bassa. Gli studi condotti in laboratorio indicano che le bacche ricche di polifenoli (ribes, lamponi, mirtilli, fragole) possono ulteriormente ridurre la digestione e l’assorbimento degli zuccheri dell’amido contenuto nel pane di farina di segale e, quindi, sopprimere la glicemia postprandiale. Gli scienziati dell’Istituto di Sanità pubblica e Nutrizione Clinica, dell’Università di Eastern Finland, in Finlandia, nell’Aprile 2013, hanno invece voluto studiare gli effetti sugli umani delle risposte glucidiche postprandiali  e delle risposte insuliniche con l’introduzione dei frutti di bosco in un pasto dove fosse incluso il pane di farina di grano bianco  oppure il pane di farina di segale. Nello studio sono state coinvolte donne sane che hanno partecipato a 3 studi randomizzati, controllati, crociati. Prima le donne hanno consumato pane preparato con farina bianca di frumento o pane di farina di segale, pari a 50 g di amido disponibile, con 150 g di purea di frutti di bosco o la stessa quantità di pane senza aggiungere la purea di frutti di bosco. Nello studio n.1, il pane di farina bianca di frumento è stato servito insieme alla purea di fragole, mirtilli neri, mirtilli rossi; nello studio n.2 con lamponi, more artiche, o aronia melanocarpa (frutti insoliti da noi); nello studio n.3 il pane di farina bianca di frumento o il pane di farina di segale è stato servito con un misto di frutti di bosco costituiti da quantità uguali di fragole, mirtilli, ribes. Il mix fragole, mirtilli neri, mirtilli rossi, e aronia consumati con pane di farina bianca di frumento e la miscela di bacche consumate con pane di farina bianca di frumento o con il pane di farina di segale hanno dimostrato di riuscire a ridurre significativamente la risposta insulinica postprandiale. Solo le fragole (36%) e la miscela di bacche (con pane di farina bianca di frumento, 38%, con pane di farina di segale, 19%) hanno migliorato significativamente il profilo glicemico. Questi risultati hanno suggerito che quando il pane di farina bianca di frumento è consumato in un pasto in cui siano presenti anche i frutti di bosco, è necessaria meno insulina per il mantenimento del normale livello postprandiale di glucosio. La risposta insulinica inferiore che in genere deriva dal consumare pane di farina di segale rispetto al consumo di pane di farina bianca di frumento può essere ulteriormente ridotta dall’associazione nutrizionale con le bacche contenti antociani. Da ciò è facile desumere quanto inutile sia il semplice calcolo delle calorie, ma bisogna vedere soprattutto quanto la sinergia dei nutrienti sia in grado di mantenere una corretto carico glicemico complessivo del pasto. Questo soprattutto, va precisato, in un gruppo di donne sane.