Domenica, 08 Dicembre 2019

News

Alghe Klamat

 

Le alghe che provengono dalle acque del lago Klamath, tra le montagne del centro-sud dell’Oregon, forniscono un supporto nutrizionale perfetto. Le alghe del lago Klamath sono immerse in condizioni nutritive, minerali e di luce solare ideali.

 

L’acqua del lago Klamat defluisce dal Crater Lake, passa sopra e sotto diversi strati delle Cascade Mountains raccogliendo diversi importanti minerali inorganici che diventeranno quindi componenti biodisponibili di pesci ed alghe. Il lago Klamath è esente da insetticidi, antiparassitari, erbicidi, fungicidi, diossine, D.D.T. e composti chimici in genere, che invece inquinano gran parte del nostro pianeta. Le alghe che nascono in quel lago oltre a fornire nutrienti utili all’organismo, li forniscono in modo che non vanno ad appesantire la funzionalità renale e gli altri organi. Le Alghe Klamat sono preferibili ad altre alghe verdi-azzurre per la loro ricchezza di nutrienti completamente naturali e naturalmente bilanciati. Essendo le uniche alghe verde-azzurre a crescere spontaneamente in un lago incontaminato e con il più alto livello di mineralizzazione del pianeta, le alghe Klamath non contengono additivi chimici o metalli pesanti, e sono assimilabile al 97% dal nostro sistema digestivo.

 

Le alghe Klamath contengono inoltre tutti gli aminoacidi essenziali e non essenziali, in proporzioni ottimali e in una forma biodisponibile che viene velocemente convertita in proteine e aminoacidi dall’organismo, vitamine e minerali in forma ben assimilabile. Sono poi un’eccellente fonte della rara vitamina B12 (cobalamina) e di acidi grassi essenziali: contengono infatti Omega 3 e Omega 6 in un rapporto equilibrato, in grado di inibire gli stati infiammatori e di proteggere dai disturbi cardiocircolatori.

La vitamina B12 è un nutriente fondamentale che in alcuni casi non viene introdotta in modo adeguato oppure non viene assorbita da alcuni organismi, nemmeno con gli integratori di sintesi. Ad esempio nell’anemia perniciosa. E a volte bisogna ricorrere ad iniezioni per rifornire quell’organismo. Questo si verifica soprattutto nelle diete che si fondano esclusivamente sui vegetali (vegane), tanto che l’inserimento di un’affidabile fonte di vitamina B12 nelle diete vegane è assolutamente raccomandato. Tuttavia molte fonti naturali di vitamina B12 hanno dimostrato di contenere analoghi della vitamina B12, ma biologicamente inattivi, quindi inadeguati per l’integrazione dell’alimentazione umana. 

Lo scopo di uno studio clinico sul possibile apporto di vitamina B12 dalle alghe Klamat ha monitorato la concentrazione nel sangue di vitamina B12, di acido folico, e soprattutto di omocisteina (un set di indicatori tipici nei polimorfismi MTHFR), nonché il livello della vitamina B12 nei partecipanti allo studio.

I partecipanti allo studio sono stati alimentati per 3 mesi con un integratore a base di alghe Klamat e sono stati monitorati i valori della Vit. B12.  Poi, dopo un periodo di controllo di 3 mesi, in cui non è stato più proposto l’integratore, è stato confrontato il loro stato, relativamente alla vitamina B12. I valori riscontrati nei partecipanti allo studio, sono stati messi a confronto con i valori del periodo di integrazione ed è stato osservato come l’integratore abbia decisamente migliorato i valori di vitamina B12, riducendo anche, in modo significativo, la concentrazione nel sangue dell’omocisteina. In conclusione, l’integratore di alghe Klamath risulta essere una fonte adeguata e affidabile di vitamina B12 per gli esseri umani.

 

I cambiamenti delle donne in menopausa inducono spesso modificazioni significative nella qualità della loro vita. Oggi sale sempre di più la domanda di trattamenti alternativi alla terapia ormonale, sia per quanto riguarda i sintomi psicologici che somatici, come anche i problemi vascolari legati ai cambiamenti ormonali che si verificano in  menopausa. Negli studi sperimentali sono stati osservati significativi cambiamenti psicologici e ormonali dopo la somministrazione di estratti di Alghe Klamath, senza però le conseguenze e gli effetti negativi che invece inducono gli ormoni steroidei sui parametri ormonali complessivi.

L’estratto di Klamath quindi è proponibile come integratore per quelle donne che cercano un trattamento alternativo alla terapia ormonale in modo da superare molti dei sintomi della menopausa incrementando notevolmente il benessere psicologico delle donne in menopausa e riducendo gli stati depressivi.

Inoltre, anche in fase post – menopausa (indotta o naturale) possono presentarsi a carico delle donne una serie di disturbi che le alghe Klamat sono in grado di contrastare. Il potere antiossidante di questo nutriente migliora complessivamente i livelli plasmatici dei carotenoidi, del tocoferolo e del retinolo potenziando le difese immunitarie e lo stato di benessere generale.