• Alimenti

    Limone

    Il limone ha proprietà immunostimolanti e disintossicanti. La consuetudine di bere il succo di un limone al mattino in mezzo bicchiere di acqua tiepida, accende il ciclo di Krebs. Rimette in moto ogni nostra cellula. Stimola il fegato a secernere la bile e in questo modo aiuta il processo di disintossicazione. L’azione diuretica del limone accelera il passaggio dei liquidi e delle tossine dal fegato attraverso reni e vescica. È quindi di grande aiuto anche nell’artrite. Ottimo contro le cistiti e anche contro le calcolosi (la bevanda in questo caso da sorseggiare prevede l’utilizzo di cinque limoni interi con sette spicchi di aglio, in forma di decotto). Aiuta a prevenire…

  • Alimenti

    Le Rape Rosse

    Le rape rosse, o barbabietole, sono una radice molto antica usata sulle nostre tavole da tempi biblici. La sostanza che le caratterizza è la betaina, sostanza che si ritrova anche in altri alimenti come la quinoa, gli spinaci, il coregone, la segale, l’amaranto, la patata dolce americana. La betaina è una sostanza naturale che si estrae soprattutto dalla beta vulgaris = barbabietola dello zucchero, dalla quale prende il nome, che da parecchi decenni è conosciuta per le sue proprietà disintossicanti sul fegato. Non soltanto le radici, ma anche le foglie. Alcuni studi condotti in Inghilterra hanno dimostrato che bere quotidianamente circa mezzo litro di succo di barbabietola rossa al giorno…

  • Alimenti

    Le More di Rovo

    Le more di rovo (Ruvus fructicosus) hanno un gusto dolce, leggermente acidulo e sono un concentrato di micronutrienti: fruttosio, calcio, ferro, vitamine, acidi organici (salicilico, malico, citrico, ossalico, pectine e tannini). Altri nutrienti presenti nelle more di rovo sono: vitamina A, B9 e C; acidi organici (citrico, malico, formico, acetico, salicilico e tartarico), calcio, potassio, manganese; pectine; antocianosidi. Inoltre contengono tannino, che è il principio attivo del rovo. La cosa interessante di questi frutti è che le more hanno, nonostante siano molto dolci, un basso indice glicemico 36 Kcal (149 kJ) per cento grammi di more.  Bisogna tenere presente però che le more contengono salicilati e che alcuni possono presentare…

  • Alimenti

    Le Ciliege

    Sono arrivate sulle nostre tavole le meravigliose ciliegie. Quei frutti tondi e gustosi che non si finirebbe mai di mangiare… (una ciliegia tira l’altra…)       Le ciliegie sono utili per liberare dalle tossine i soggetti tendenzialmente ipercinetici, iperattivi, per via dei preziosi oligoelementi che contengono, come il manganese e cobalto, che sono indispensabili in quegli organismi dai metabolismi rapidi, che producono notevoli quantità di cataboliti (ROS), per eliminare i quali sarebbe indispensabile avere dei meccanismi di drenaggio molto efficienti. Invece, sempre più frequentemente, i bambini che assumono farmaci (abuso di terapie farmacologiche, vaccinazioni, alimentazione impropria) o che sono intossicati per via di meccanismi endogeni di detossificazione imperfetta, impegnano…

  • Alimenti

    Le Castagne

    Le castagne rappresentano un importante elemento equilibratore per un sistema nervoso sollecitato a lavorare intensamente. Il contenuto in vitamina PP della castagna ne fa uno dei frutti più ricchi di questa vitamina preziosa,  equilibrante il sistema nervoso, particolarmente indicata nelle sindromi depressive e  nei disturbi del tono dell’umore. Molto consigliate nell’iperattività e nell’autismo. E’ proponibile un pasto composto nel seguente modo: 150 g di sogliola alle mandorle, insieme a 150 g di valeriana e 10 castagne arrostite o bollite. Nell’acqua dove farete bollire le castagne aggiungete sempre due foglie di alloro e uno spicchio di aglio. La sogliola alle mandorle si preparerà facendo cuocere il pesce direttamente in una padella dove…

  • Alimenti

    Zuccheri e proteine del latte

    L’enzima che scinde lo zucchero presente nel latte è il lattosio e il corpo umano progressivamente perde la funzionalità a digerire questo zucchero. Alcuni mantengono questa funzionalità, soprattutto se continuano a farne uso. Ma se manca l’enzima il problema di tolleranza a questo zucchero sussiste. I problemi causati dalla carenza di lattasi sono di natura gastrointestinale (vomito, dissenteria, meteorismo) ma in chi è “semplicemente” intollerante al latte questi fenomeni non si riscontrano se assume yogurt e tutti i derivati del latte perché nello yogurt il lattosio viene scisso dai batteri e quindi diventa più digeribile del latte. Il processo di scissione diventa completo nei formaggi stagionati che quindi non contengono…

  • Alimenti

    La Curcuma

    Alcuni studi dimostrano che la curcumina inibisce la 5-lipo-ossigenasi nei neutrofili ed esercita anche un’evidente azione antiossidante. La curcumina inibisce la produzione di TNF (Tumor necrosis factor) e di IL 1 (Interleukina 1). Inoltre inibisce  l’attivazione del fattore nucleare NF KappaB e riduce l’attività biologica del TNF(Fattore di Necrosi Tumorale). Questi meccanismi d’azione concorrono a spiegare la spiccata azione antiflogistica di questa radice. Diverse metanalisi hanno indagato l’azione antiflogistica e la sicurezza d’uso della curcumina: ci sono numerosi studi che confermano una valida azione anti-infiammatoria e antiossidante della curcumina. Altri studi, fatti sull’uomo, indicano che dosi elevate di curcumina, fino a 2500 mg/die, sono prive di evidenti effetti collaterali. Questi studi…

  • Alimenti

    Kvass di barbabietola

    Il Kvass è una bevanda naturale particolarmente popolare in Russia nel 16° secolo che si ottiene facendo fermentare il pane e/o la frutta, con l’aggiunta di acqua, miele e lieviti. Oggi il Kvass più diffuso nei paesi dell’est è quello fatto con il pane di segale, si può trovare in tutti i supermercati e viene servito in tutti i ristoranti che fanno cucina tradizionale. Ancora però viene preparato in famiglia con il pane fatto in casa. Alcune di queste ricette contengono pane di segale, alcune contengono lievito di birra in polvere, altre la pasta madre; alcuni tipi di kvass sono effervescenti, altri no; alcuni sono aciduli, altri sono dolci. Ci…

  • Alimenti

    Kuzu

    KUZU, un amico del sistema GastroEnterico. Nel mio libro “Frammentare l’Iceberg” edito da Armando (2012),  metto al centro della dieta per coloro che hanno disturbi gastroenterici, il Kuzu. Il sistema gastroenterico è sempre infiammato nelle patologie autoimmuni e nelle patologie nervose. Ambedue i tessuti, quello del Sistema GastroEnterico e quello del Sistema Nervoso derivano dallo stesso foglietto embrionale e sono strettamente connessi. Si parla infatti di Sistema Nervoso Enterico. La pianta del Kuzu (Pueraria lobata) è una pianta rampicante che cresce spontanea in tutto il Giappone e si adatta ai terreni più poveri, utile al suolo per difendenderlo dall’erosione. Il Kuzu è una pianta perenne e longeva, in grado di…

  • Alimenti

    Il Miele un potente aiuto dalle api

    Il Miele, la propoli e la pappa reale, prodotti originari dell’alveare, sono da secoli ritenuti alimenti sani. Il miele è stato utilizzato fin dall’antichità come dolcificante, ma soprattutto è sempre stato un ottimo presidio nelle medicine tradizionali. Diversi studi condotti su questo alimento indicano infatti che ha anche funzioni come antibatterico, antiossidante, antitumorale, anti-infiammatorio e antivirale. Nei diversi studi clinici sono stati dimostrati i suoi benefici antiproliferativi e antimicrobici e protettivi cardiovascolari. È quindi un alimento particolarmente importante per i bambini e per gli sportivi.  Erejuwa ed altri hanno dimostrato gli effetti benefici del miele nel tratto gastrointestinale (GIT), perché va ad agire sul microbiota intestinale, sul fegato, sul pancreas e quello studio ha…