• Fitoterapia

    Le spezie contro il diabete

    La medicina tradizionale e il suo ruolo nella gestione del diabete mellito.   Il diabete mellito è una sindrome caratterizzata da iperglicemia, alterazione del metabolismo di lipidi, carboidrati e proteine, tutto un corollario di problematiche​​ che, a lungo termine, possono portare complicazioni agli occhi, ai reni, comportare seri disturbi cardiovascolari e neurologici. Il consumo di carboidrati, come pasta e pane, è spesso molto superiore a quanto l’organismo riesca a smaltirli, in uno stile di vita sedentario. Il diabete è una patologia che va crescendo anche tra le popolazioni più povere che hanno cambiato stile di alimentazione assumendo cibi lontani dalla loro tradizione, come il fast food. Il diabete necessita di un trattamento farmacologico tradizionale, ma…

  • Fitoterapia

    Timo

    Il timo è l’unica erba che aiuta davvero a contrastare le disbiosi intestinali (riconosciuta valida anche contro i biofilm da candida albicans), rilassa gli spasmi dell’apparato digerente, attenuando flautolenza, coliche, colon irritabile. Sostiene le difese immunitarie e combatte le infezioni. Molto utile d’inverno per combattere le malattie da raffreddamento come mal di gola, raffreddore, tosse e influenza; ma utile soprattutto per i suoi benefici sul S.N. in quanto contrasta l’esaurimento psicofisico, solleva dall’ansia e dalla depressione. Si possono aggiungere foglioline di timo fresco ai succhi del mattino o nelle pietanze. Assunto con tisane o aggiunto nei succhi di verdure fresche o nelle minestre o nella carne alla “cacciatora” il timo…

  • Fitoterapia

    Inulina dai vegetali

    INULINA DAI VEGETALI La fitoterapia utilizza la radice della Cicoria come fonte di inulina, presente anche nella radice del tarasacco, nella bardana, nel topinambur e in molti altri vegetali (cipolle, aglio, carciofi, banane, porri, asparagi, segale e frumento). L’Inulina, indigeribile per l’uomo, ha però il vantaggio di costituire una fibra che, con l’aggiunta di acqua, funge da massa, idonea a stimolare la peristalsi fisiologica. Ed è per questo indicata nella prevenzione e cura della stitichezza cronica, nel colon irritabile, nel meteorismo, nella formazione di gas intestinali (flautulenza) e nella diverticolosi. Una volta introdotta nel corpo umano con gli alimenti, non si idrolizza, non viene quindi degradata nè assorbita, raggiunge il colon e…

  • Fitoterapia

    Fitoterapia nelle parassitosi intestinali

    Fitoterapia nelle parassitosi intestinali Gli studi clinici sugli effetti degli oli essenziali[1] sostengono l’efficacia dei fitopreparati a base di aglio (l’aglio ha un potenziale germicida) e di una formulazione ayurvedica immunomodulante chiamata Pippali Rasayana (pepe lungo indiano + zenzero e pepe nero). Sono numerose le evidenze cliniche dell’efficacia dell’uso delle erbe nella cura e prevenzione delle parassitosi. Pippali Rasayana è stato somministrato alla dose di 1 g per via orale tre volte al giorno per un periodo di 15 giorni ai pazienti, soprattutto affetti da giardiasi. Questi studi[2] hanno fornito la prova clinica dell’efficacia della loro utilizzazione. Unendo gli interventi nutrizionali agli agenti fitoterapici si realizza una sinergia di sicura efficacia. Ma non…

  • Fitoterapia

    Fitoterapia

    La moderna fitoterapia si basa sul concetto dell’ “attività terapeutica globale della pianta” in quanto considera la globalità della pianta nel suo insieme e  nessun costituente della pianta può essere considerato  più o meno “attivo” o “inerte”. I dati favorevoli all’utilizzo dei fitopreparati si basano su numerosi studi scientifici e sull’uso tradizionale, cioè l’uso che ne hanno fatto i popoli nel corso dei secoli. La pianta officinale è un organismo unitario nel quale ogni costituente esercita una determinata funzione. Di conseguenza tutti i costituenti della pianta, sia quelli con attività biologica che quelli privi di attività biologica  ma che possono modificare l’assorbimento di alcuni costituenti, concorrono a determinare l’attività terapeutica…